Il caffè nel mondo

Che il caffè sia molto amato in tutto il mondo è un dato di fatto, ma siamo sicuri che quando si parla di caffè con qualcuno che non proviene dall’Italia parliamo esattamente della stessa bevanda? Dalle tante modalità diverse con cui la bevanda viene preparata nel resto dei paesi sembrerebbe proprio di no!

Seppure le materie prime siano sempre le stesse, ogni nazione (o quasi) ha un suo modo di preparare il caffè che differisce sia per il sistema utilizzato che per le miscele impiegate e persino per il grado di macinazione!

Scopri insieme a Bottega del Caffè alcuni dei modi in cui viene preparato il caffè nel resto del mondo.

La French Press dei nostri vicini

Pur essendo vicine, Italia e Francia hanno due modi completamente diversi di preparare il caffè. Se nel nostro paese si sfrutta un sistema a pressione, in Francia si sfrutta la forza di gravità. I nostri vicini francesi utilizzano, infatti, la French Press per preparare la bevanda, una macchina dotata di stantuffo; il caffè viene lasciato in infusione per qualche minuto nell’acqua bollente e poi viene pressato tramite una leva verso il fondo del contenitore così che la miscela si possa depositare. Il risultato è un caffè molto intenso e ricco di caffeina!

Una tradizione mediorientale

Nata in Turchia, questa ricetta per preparare il caffè si è diffusa in tutto il Medio Oriente e consente di ottenere una caffè leggero, ma molto aromatico. La bevanda si prepara in un contenitore di rame ed ottone dalla forma particolarissima, il cevze. Per prima cosa si uniscono acqua e zucchero e si portano ad ebollizione, poi si aggiunge il caffè, che deve essere macinato in modo finissimo, ed il cardamomo. Quando tutta la polvere di caffè si è posata sul fondo, il caffè è pronto.

Una curiosità: in queste terre si è soliti predire il futuro attraverso la lettura dei fondi di caffè.

Non solo semplice caffè

Di recente invenzione (si parla del 1942) l’Irish Coffee, bevanda tipica irlandese, è annoverabile tra i caffè corretti. In cosa consiste questa delizia? È semplicemente un espresso dolcificato con zucchero di canna a cui si aggiungono della panna montata e dell’ottimo whiskey irlandese. Senza dubbio è una delle bevande più amate nel nord Europa ed è perfetta per l’inverno. Nella regione scandinava esiste una bevanda simile che si prepara con la vodka o altri forti distillati e che è detta karsk.

Il caffè vietnamita

Anche in Vietnam esiste una tradizione antica riguardante la preparazione del caffè. Qui si usa un sistema molto diverso dal nostro che prevede l’uso di un filtro forato in cui si posiziona il caffè e di una caldaia che porta ad ebollizione l’acqua. Una volta calda, l’acqua inizia a scendere sulla miscela contenuta nel filtro, ottenendo così un caffè forte ed aromatico che viene servito nero, con ghiaccio o con l’aggiunta di latte condensato.

Il famoso americano

Negli Stati Uniti il termine caffè è sinonimo di una bevanda molto lunga e ricca di caffeina. Per preparare il cosiddetto Americano si utilizza una macchina da caffè particolare, dotata di filtro e che sfrutta il potere dell’infusione per la preparazione del caffè.

Se lo vuoi assaggiare a casa tua acquista dei filtri di cartone conici e riempili con del caffè;  poi versa sopra l’acqua bollente ed aspetta qualche minuto: il tuo caffè filtrato è pronto per essere bevuto!

Dall’estremo oriente

Si chiama Yuanyang la bevanda tradizionale di Hong Kong a base di caffè. Questo, tuttavia, non è il suo unico ingrediente, anzi. Lo Yuanyang, infatti, è una bevanda che unisce caffè, tè nero e latte! Il gusto è molto interessante e si prepara in quattro fasi. Prima di tutto si fa bollire il latte con lo zucchero; nel frattempo si prepara il tè che poi verrà lasciato in infusione con la polvere di caffè per qualche minuto. Infine, la bevanda viene filtrata attraverso un colino ed è quindi pronta da servire.

Una tradizione africana

In Senegal il caffè accompagna momenti molto importanti della vita quotidiana delle persone come quello delle preghiere e proprio per questo la sua preparazione segue rigide regole. Il Touba, questo il suo nome in quella zona, si prepara unendo in una tazza tre parti di caffè tostato, aromatizzato con chiodi di garofano e pepe di selim, ed una parte di zucchero.

Cosa ne dite, siete curiosi di assaggiare almeno uno di questi caffè o preferite rimanere fedeli all’espresso italiano? Se siete dei fedelissimi andate sul sito di Bottega del Caffè e date un’occhiata alle tantissime cialde e capsule originali e compatibili che sono a vostra disposizione, hanno prezzi piccolissimi!