Bottega del Caffè e il galateo

Tutti i giorni sono milioni le persone che in Italia bevono caffè a casa, in ufficio o al bar. Ognuno ha le sue abitudini: c’è a chi piace mettere lo zucchero, c’è a chi piace raccogliere la crema con il cucchiaino e così via. Molte di queste preferenze personali, tuttavia, non sono approvate dal galateo italiano e secondo alcuni e adottarle è segno di maleducazione. Per farvi evitare delle figuracce, Bottega del Caffè viene in vostro soccorso e vi racconta alcune cose da fare e non fare quando si beve il caffè.

Il modo migliore per sentire l’aroma

Per far sì che l’aroma del caffè possa essere sentito davvero, l’espresso va mescolato. Non parliamo però di mescolare il caffè vigorosamente con il cucchiaino o di decantarlo come si farebbe come un calice di vino. Secondo il galateo il caffè deve essere mescolato con leggeri movimenti dall’alto al basso del cucchiaino, facendo attenzione a non sbattere la posata sulla ceramica.

Cosa fare una volta che si è utilizzato il cucchiaino? Esso va appoggiato sulla parte destra della tazzina, senza essere messo in bocca!

Niente mignolo

Il galateo prevede che la tazzina da caffè sia sollevata tra pollice ed indice e poi portata alla bocca. Il mignolo? Mai sollevarlo se non volete fare figuracce. Un’altra cosa da evitare assolutamente è soffiare sulla tazzina: se il caffè è troppo caldo per essere bevuto meglio aspettare qualche secondo prima di berlo, anziché cercare di raffreddarlo soffiando.

Il bicchiere d’acqua

Vi è mai capitato di ricevere un bicchiere d’acqua insieme al caffè che avete ordinato e di non sapere cosa fare? Bè, è lì per essere bevuto! Se vi state chiedendo se va sorseggiando prima o dopo l’espresso la risposta è prima; serve, infatti, per eliminare ogni traccia del sapore del pasto appena consumato!

Caffè ed ospiti

Buona abitudine, quando avete ospiti a pranzo o a cena, è servire il caffè in salotto, non a tavola. E cosa fare quando le persone sono tante e non potete preparare tutti i caffè contemporaneamente? Vi suggeriamo di servire solo tre o quattro caffè alla volta così da assicurarvi che ognuno lo beva caldo.

Bottega del Caffè e il galateo

 

Tutti i giorni sono milioni le persone che in Italia bevono caffè a casa, in ufficio o al bar. Ognuno ha le sue abitudini: c’è a chi piace mettere lo zucchero, c’è a chi piace raccogliere la crema con il cucchiaino e così via. Molte di queste preferenze personali, tuttavia, non sono approvate dal galateo italiano e secondo alcuni e adottarle è segno di maleducazione. Per farvi evitare delle figuracce, Bottega del Caffè viene in vostro soccorso e vi racconta alcune cose da fare e non fare quando si beve il caffè.

 

Il modo migliore per sentire l’aroma

 

Per far sì che l’aroma del caffè possa essere sentito davvero, l’espresso va mescolato. Non parliamo però di mescolare il caffè vigorosamente con il cucchiaino o di decantarlo come si farebbe come un calice di vino. Secondo il galateo il caffè deve essere mescolato con leggeri movimenti dall’alto al basso del cucchiaino, facendo attenzione a non sbattere la posata sulla ceramica.

 

Cosa fare una volta che si è utilizzato il cucchiaino? Esso va appoggiato sulla parte destra della tazzina, senza essere messo in bocca!

 

Niente mignolo

 

Il galateo prevede che la tazzina da caffè sia sollevata tra pollice ed indice e poi portata alla bocca. Il mignolo? Mai sollevarlo se non volete fare figuracce. Un’altra cosa da evitare assolutamente è soffiare sulla tazzina: se il caffè è troppo caldo per essere bevuto meglio aspettare qualche secondo prima di berlo, anziché cercare di raffreddarlo soffiando.

 

Il bicchiere d’acqua

 

Vi è mai capitato di ricevere un bicchiere d’acqua insieme al caffè che avete ordinato e di non sapere cosa fare? Bè, è lì per essere bevuto! Se vi state chiedendo se va sorseggiando prima o dopo l’espresso la risposta è prima; serve, infatti, per eliminare ogni traccia del sapore del pasto appena consumato!

 

Caffè ed ospiti

 

Buona abitudine, quando avete ospiti a pranzo o a cena, è servire il caffè in salotto, non a tavola. E cosa fare quando le persone sono tante e non potete preparare tutti i caffè contemporaneamente? Vi suggeriamo di servire solo tre o quattro caffè alla volta così da assicurarvi che ognuno lo beva caldo.